Blog

Home  /  Lavoro   /  Lavori passati   /  Globus Point, come diventare imprenditore

Globus Point, come diventare imprenditore

L’abbandono di Intersport era coinciso ed in qualche modo anche conseguente alla nascita di Globus Point e all’apertura dell’outlet di Susegana. Essere stato costretto ad abbandonare tutto per la determinazione e la volonta’ di adottare un bambino e per stare piu’ vicino alla mia famiglia, mi aveva dato anche la forza e l’opportunita’ di concretizzare il sogno di sempre, che era quello di crescere professionalmente, passando da manager ad imprenditore. Nella posizione in cui ero e con la retribuzione che avevo, probabilmente non avrei mai avuto la forza e il coraggio di fare il grande salto, se non ne fossi stato in qualche modo costretto.

L’inizio fu molto duro e con il senno del poi devo dire che ho corso davvero dei grossi rischi. Inizialmente volevo aprire un negozio di complementi d’arredo etnici, aprendo in franchising con l’insegna IL TUCANO. Era un’idea nata da una segnalazione di un affiliato Intersport che ne aveva appena aperto uno e che me ne aveva parlato con molta enfasi. Al centro e sud Italia il marchio era ben presente, mentre al nord ancora non erano arrivati e io vedevo in qualche modo la possibilita’ di essere precursore in questo e quindi di potermi assicurare spazi e privilegi maggiori.

Trovai lo spazio, sulla Pontebbana all’altezza di Susegana; la posizione era ottima ma l’immobile richiedeva investimenti importanti per la conversione della destinazione d’uso da artigianale a commerciale e per la conseguente ristrutturazione. Decisi comunque di prenderlo, era una location troppo giusta ed adatta a qualsiasi tipologia di attivita’ commerciale al dettaglio.

Con IL TUCANO poi non se ne fece piu’ niente, c’erano troppe clausole contrattuali che mi avrebbero penalizzato e cosi’ decisi di rinunciare al progetto. L’immobile pero’ l’avevo gia’ preso, mi ero impegnato anche costituendo gia’ la societa’ e cosi’ decisi di fare quello che penso sapevo fare meglio o quantomeno conoscevo di piu’ e cioe’ aprire un negozio di articoli sportivi. Vicino a me c’erano pero’ dei colossi come Bravi o dei negozi storici e rinomati come Righetto e io dovevo aprire con un posizionamento chiaro e soprattutto diversificato rispetto a loro, era l’unica chance che avevo di avere successo. Era il momento della nascita degli outlets, a Serravalle Scrivia in Piemonte ne avevano addirittura aperto uno che ne conteneva centinaia, come fosse un centro commerciale. Era il primo di quel genere in Italia, mentre nel resto d’Europa ne avevano gia’ aperti parecchi e cosi’ io e Patrizia decidemmo di andarlo a visitare, per curiosita’. Fu una visita molto interessante e proficua, con mille spunti, mille idee e la consapevolezza che quella era la strada giusta da percorrere.

Grandi impegni e progetti, con le banche finanziamenti per circa 1 miliardo delle vecchie lire, firme personali a garanzia, ristrutturazione dell’immobile e finalmente il 1° settembre 2001 il primo GLOBUS POINT SPORT OUTLET e’ nato; io, Patrizia e solo due dipendenti per l’inizio di una nuova avvincente avventura.

I primi due anni, fino alla fine del 2003 sono scorsi densi di impegni ma sereni. Il negozio si e’ ben avviato e le entrate erano sufficienti alla gestione delle spese correnti e anche a far fronte alle rate dei pagamenti per i finanziamenti accesi per l’inizio attivita’. Parallelamente all’attivita’ al dettaglio abbiamo iniziato anche a vendere all’ingrosso ad altri negozianti in giro per l’Italia. Questa attivita’ parallela aveva la duplice funzione da un lato di accelerare la crescita e quindi ottenere entrate e fatturati aggiuntivi, dall’altro permetteva a Globus Point di accedere a stock e a condizioni di acquisto piu’ competitive, in virtu’ dei maggiori volumi acquistati per far fronte alle necessita’ del negozio e dell’ingrosso.

Il grande salto era stato fatto e finalmente l’azienda aveva preso corpo e si era concretizzata; non restava altro da fare che dare maggiore impulso e forza a quel volano che, giorno dopo giorno, aumentava la sua velocita’.

Vedi tutti gli articoli della sezione “Lavori passati

Lavoro foto gallery

Lavoro video gallery

Torna alla Home

pellegrinelli@glooke.com

Nato a Mantova il 3 maggio 1964 e diplomato come perito elettrotecnico, inizia la sua prima esperienza lavorativa, nel 1984 come commerciale in una agenzia IBM. Successive esperienze commerciali in P&G (7 anni), Montenegro (1 anno) e Tecnica (4 anni) e poi come amministratore delegato di Intersport Italia (4 anni) e infine di Briko spa (3 anni). Ha pensato e creato due startup web, nel 2007 Galileo, un B2B innovativo per contenuti e funzionalità e nel 2012 Truckpooling, il principale comparatore online per spedire merci. Nel 2002 inizia la sua avventura di imprenditore in provincia di Treviso nel commercio al dettaglio di articoli sportivi e subito dopo, nel 2003 con la vendita online nella quale ha maturato ad oggi più di 14 anni di esperienza. Tra i vari siti e-commerce del suo gruppo il principale è Glooke Marketplace ( https://www.glooke.com ), il centro commerciale online con più di 120.000 prodotti praticamente di tutte le merceologie, incluso l’alimentare. Glooke Marketplace vende in 120 Paesi ed ha identificazione fiscale diretta in UK, DE, FR e ES, oltre ad avere circa 20 account nei principali marketplace a livello mondiale. Esperto di Marketplace, è consulente di Ebay e di Confcommercio per le quali ha seguito il progetto “eBay adotta l’Aquila”. Sempre per eBay e Confcommercio si occupa su base continuativa di formazione ed avvio al business online di aziende.

Sorry, the comment form is closed at this time.